Restare incinta: consigli per migliorare la fertilità e il concepimento

Il concepimento non è una azione meccanica, ma dopo tanti mesi di tentativi e nessun obiettivo raggiunto si resta delusi. Ci sono delle modalità per aumentare le probabilità di una gravidanza? Ecco tutti i consigli per rimanere incinta.

Come favorire il concepimento

Dopo tantissimi mesi mentre si prova a restare incinta, non avviene nulla. Complice lo stress oppure qualche patologia di cui non si è a conoscenza? La prima cosa che viene in mente è sicuramente il fatto di poter essere sterili o che ci siano delle cause  indipendenti dai rispettivi partner.

Studi approfonditi hanno confermato che lo stress può influire notevolmente sulla fertilità ma in negativo. Per favorire un concepimento chiedere al partner di prendersi cura del suo corpo, facendo la stessa cosa (stile di vita inappropriato, obesità, sottopeso, alcool – fumo e così via).

Un altro fattore da non sottovalutare è il fatto che rimanere incinta non è così immediato e facile come da credenza popolare. In pochissimi sanno infatti che una percentuale pari al 25% delle donne concepisce un bambino dopo solo un mese di tentativi. Una percentuale del 60% ci riesce dopo quattro mesi di rapporti non protetti.

In linea generale, la maggioranza delle donne concepisce un bambino dopo dodici mesi di tentativi, con un numero che sale dopo i 35 anni di età. Cosa fare allora? Senza dubbio, rivolgersi al ginecologo di fiducia al fine di poter escludere una problematica più o meno grave. In secondo luogo provare ad adottare dei metodi, come da consiglio degli esperti. 

Consigli per rimanere incinta

I consigli per rimanere incinta sono tantissimi e oggi più che mai ci sono anche degli strumenti che possono aiutare. Da sfatare i vari falsi miti, ecco come procedere insieme al partner quando si decide di avere un bambino.

Calcolo dell’ovulazione

Questo è il metodo classico della nonna, calcolando bene il periodo del ciclo mestruale e anche quello dell’ovulazione. Si può procedere misurando la temperatura basale, valutando il muco che viene emesso oppure affidarsi alle applicazioni sullo Smartphone.

In generale, l’ovulazione si presenta 14 giorni prima delle mestruazioni e le applicazioni smartphone che ci sono oggi aiutano a tenere sotto controllo questo calcolo. 

Il periodo fertile ha una durata di sette giorni con inizio di sette giorni precedenti all’ovulazione. È proprio in questo lasso di tempo che sarebbe ottimale avere dei rapporti frequenti con il partner, favorendo la gravidanza.

Se vuoi approfondire, leggi il nostro articolo su quanto dura l’ovulazione

Eliminare l’ansia

Come anticipato, ansia e stress non sono amiche del rimanere incinta. Volere un figlio è un atto semplice e naturale, ma più ci si pensa e più non si riesce a concepire. Le cose da fare, senza fretta sono le seguenti:

  1. Sottoporsi a tutti gli esami prima del concepimento
  2. Tenere sotto controllo l’ovulazione
  3. Tenere nota della temperatura basale
  4. Tenere sotto controllo la manifestazione delle perdite da impianto
  5. Conoscere precedentemente quando ci sarà l’ovulazione
  6. Non utilizzare i lubrificanti
  7. Avere rapporti durante il periodo precedente l’ovulazione
  8. Divertirsi e godersi il momento. 

Favorire il concepimento

Ma ci sono dei metodi che possono favorire il concepimento? Rimanere incinta non è un fattore meccanico, ma ci sono dei piccoli accorgimenti che possono aiutare. Prima di tutto, il più banale, resta quello di avere rapporti intimi con il partner in maniera regolare e non protetta.

Per farlo entrambi i futuri genitori non devono sentirsi sotto pressione, vivendo il momento con estrema naturalezza e divertimento. Ma quante volte bisogna avere dei rapporti per restare incinta? I medici professionisti non danno una indicazione in numero, ma consigliano certamente di farlo frequentemente e non solo in quei due giorni in cui si è fertile.

È bene evidenziare che il mattino sia più favorevole della sera, visto che il numero di spermatozoi sia maggiore e il livello di stress minore. Non solo, si specifica che non ci siano posizioni che possano favorire il concepimento anche se alcuni studi hanno determinato la posizione supina come quella da usare: gli spermatozoi si trovano già sulla via del collo dell’utero, favorendo il passaggio. 

Verità e falsi miti per restare incinte

Come sempre, in tutte le situazioni, bisogna distinguere la verità dai falsi miti come i seguenti:

  • Lavarsi subito dopo un rapporto per favorire il concepimento: falso! L’igiene intima è consigliata per non incorrere in infiammazioni e infezioni.
  • Il rapporto deve durare a lungo: falso!
  • Ci sono dei cibi che favoriscono il concepimento: falso! Uno stile di vita sano e una alimentazione controllata sono alla base per tutti i soggetti. 

Tra le verità da tenere invece a mente, troviamo:

  • Lo stress non aiuta al concepimento
  • È bene limitare l’uso di alcool
  • Una donna sottopeso oppure obesa potrebbe avere difficoltà nel concepimento (per lo sbalzo ormonale)
  • Prendere dei farmaci solo se è il medico a consigliarli/prescriverli
Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo 🙂

Lascia un commento

Leggi anche...