Cacca verde nei neonati: è normale? Cause e rimedi

La cacca verde del neonato è normale? Quali sono le cause, cosa fare e quando preoccuparsi? Per i neogenitori può essere un motivo di preoccupazione. Il bambino non può parlare se è in difficoltà, ma le feci sono un segnale che indica la salute del bambino. Tutte le informazioni su cause, rimedi e quando andare dal pediatra.

È normale?

Nei primissimi mesi di vita del neonato, è normale che il piccolo faccia la cacca verde. Infatti, il bambino sviluppa nella bile una sostanza, che si chiama biliverdina, che causa anche il colore sul pannolino. 

Questo avviene perché il bambino ha una flora batterica diversa da quella dell’adulto. Quando l’intestino è completamente sviluppato, la cacca passa al colore che conosciamo di solito. Quali sono tutte le cause di questo fenomeno e cosa vuol dire?

Feci verdi del neonato: quali sono le cause?

Nei bambini piccolissimi, la cacca è naturalmente verde, perché non si è sviluppato ancora del tutto l’intestino. Quindi, i genitori dovrebbero preoccuparsi se il colore fosse diverso da verde. A formarsi è anche il fegato, che produce la biliverdina e ha bisogno di espellerla più volte al giorno fino a esaurimento.

Il verde scuro si presenta anche nelle feci come conseguenza del periodo di gravidanza del feto: infatti, si tratta di una sostanza che serve al feto per svilupparsi, ma che non serve più dopo il parto.

Pian piano, le feci acquisiscono il colore normale nel corso dei mesi. Se si viene allattati al seno, gli scarti sono verdi per più tempo. Quando si cambia il latte artificiale, per un periodo può succedere che il piccolo abbia la cacca verde per qualche giorno.

Cacca verde neonato e coliche

Le coliche sono una cosa normale nel bambino, perché sono le prime digestioni. Le coliche, però, sono dolorose per il piccolo, che piange molto. Per questo, conviene seguire questa fase con l’aiuto del pediatra, per capire quando si tratta di qualcosa di grave e come affrontare questa fase nel modo migliore.

Cacca verde neonato dopo la frutta

Alcuni cibi, come la verdura più che la frutta, possono modificare il colore degli scarti sul pannolino. Questo succede nel primo periodo dello svezzamento. Il bambino inizia a mangiare insalata, broccoli, ecc., ma lo stomaco non è ancora abituato a smaltire all’interno tutte le sostanze, quindi le elimina. La cosa, quindi, non desta preoccupazione.

Neonato cacca verde e mal di pancia

Antibiotici e infezioni intestinali possono causare la cacca verde nel neonato. Se la diarrea è molto forte nel piccolo e c’è anche il mal di pancia, può essere o una semplice colica legata ai nuovi cibi introdotti, oppure una vera e propria infezione. In questo caso, anche se è una cosa che si risolve tranquillamente, si deve chiamare il pediatra.

Neonato e cacca verde: da cosa dipende?

Da cosa dipende il colore diverso della cacca del neonato? Vediamolo insieme:

  • Bile. La bile è un liquido prodotto dal fegato, che serve all’intestino per produrre poi gli scarti. La bile determina il colore degli scarti, per via di alcune sostanze presenti, come la biliverdina (colore verde) e la bilirubina (colore giallo-arancio). La prima si sviluppa subito dopo il parto, la seconda si sviluppa nel tempo, dopo lo svezzamento;
  • Flora batterica intestinale. La flora batterica si chiama così perché ci sono all’interno dello stomaco delle cellule che somigliano a fiori al microscopio. Qui vivono i batteri buoni, cioè che servono a smaltire le sostanze nutritive e a separarle dagli scarti del cibo. Quando i batteri incontrano la bile, le feci e gli scarti in genere si colorano;
  • Velocità di transito intestinale. Quando la flora batterica e la bile si mescolano per poco tempo, per via di una colica per esempio, la velocità di transito intestinale e maggiore e questo può causare il colore verde anche in un neonato che ha più di sei mesi.

Quando preoccuparsi?

Nel neonato, la cacca verde è un problema quando il bambino evacua troppo spesso. Nel primissimo periodo di vita, un neonato può essere cambiato anche 4-5 volte, a ogni pasto. Invece, man mano che cresce, questo numero si riduce a uno.

Se il bambino non riesce a evacuare, è probabile che stia mangiando da poco qualcosa di solido, quindi lo stomaco non si è ancora abituato. Se il piccolo ha prima la stitichezza o se questa avviene durante lo svezzamento, si deve chiamare il pediatra. Anche se le feci hanno colore rosso, oppure bianco (il bianco è pericoloso dopo i primi giorni di vita), si deve correre dal pediatra.

Tabella colore feci neonato

Quali sono i colori che possono avere le feci del neonato?

  • Verde: è il colore delle feci del neonato nei primi tempi. Anche la tonalità di verde fa la differenza: il più scuro è il primo scarto, il meconio; poi c’è quello più leggero, che indica il latte ben digerito;
  • Rosso: indica la presenza di sangue nelle feci. È un segnale preoccupante;
  • Nero: indica la presenza di sangue nelle feci, ma già secco. Si deve chiamare il pediatra, ma è un segnale meno preoccupante del precedente;
  • Bianco: indica infezioni alla bile e alla flora batterica, quindi è un segnale importante.

Rimedi cacca verde nel neonato

Quali sono i trattamenti e i rimedi che si usano quando la cacca verde nel neonato diventa un problema. Nei primi giorni e nell’allattamento al seno, non si deve fare assolutamente nulla, perché è normale.

Quando si usa il latte artificiale, invece, può succedere che il piccolo abbia una colica, perché non lo digerisce bene. In questi casi, si chiede al pediatra e, se è il caso, si passa al latte precedente.

Se c’è una colica in corso, si può dare al piccolo una camomilla nel biberon, avendo cura che sia a temperatura ambiente e con un goccio di miele (da evitare lo zucchero). In caso di assunzione di integratori alimentari o farmaci, il piccolo deve mangiare come al solito. Se ci sono dei problemi e la camomilla non basta, non utilizzare mai i farmaci per adulti o bambini sopra ai 6 anni, o le tisane per adulti. Preferire sempre il consiglio medico.

Iniziare a dare le verdure ai bambini è normale vedere le feci verdi. Se si fa durante lo svezzamento, è anche meglio, perché favorisce la digestione e previene i problemi allo stomaco. Alcune erbe naturali non sono indicate nei più piccoli, quindi conviene evitare.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo 🙂

Lascia un commento

Leggi anche...