Tartufo in gravidanza: si può mangiare?

Il tartufo in gravidanza resta uno dei quesiti maggiori per le donne: facciamo chiarezza! Scopriamo insieme tutto quello che bisogna sapere, dai suoi benefici alle curiosità.

Proprietà dei tartufi

I tartufi sono considerati come dei veri e propri gioielli, al pari dei diamanti non solo per la loro importanza anche per il loro costo elevato

Il tartufo è una tipologia di fungo denominato ipogeo, con la caratteristica predominante di crescere dentro la terra – 5/10 cm di profondità – in prossimità delle radici degli alberi. È risaputo che per trovarli e coglierli sia necessaria una grande preparazione e degli strumenti idonei, accompagnandosi spesso e volentieri agli amici a quattro zampe addestrati per questa preziosa ricerca.

Nonostante facciano parte della famiglia dei funghi, il loro aspetto è completamente diverso. Si presentano tondeggianti, lisci oppure rugosi con dimensioni che variano a seconda della tipologia (più è grande e più il suo valore cresce). Ci sono fino a 100 tipologie differenti e tra i più conosciuti c’è quello nero e quello bianco.

Si distinguono anche nel sapore che varia a seconda del luogo e tipo di radici sulla quale cresce. In generale è riconosciuto per avere un odore molto intenso e un gusto forte persistente.

Nella maggior parte dei casi la quantità di tartufo che viene servita è di 0,5 grammi e una sua porzione ha un contenuto di:

  • 10 calorie
  • 2 grammi di proteine
  • 0 grammi di grassi
  • 2 grammi di fibre
  • 0 grammi di carboidrati

Questo è per fare un esempio, ma in ogni caso possiedono un grandissimo apporto di sali minerali – rame, calcio, manganese, selenio e zinco – nonché Vitamine del gruppo B, K, A, C e D. Tra le loro proprietà anche essere degli antiossidanti naturali che proteggono dai radicali liberi e, quindi, dall’invecchiamento cutaneo/cellulare.

Benefici del tartufo

I benefici del tartufo sono tantissimi, tanto che in Medio Oriente e in Africa questo fungo viene utilizzato nella medicina per la cura di patologie di occhi e pelle. Non ci sono testi e certificazioni scientifiche per questo loro uso e non è chiaro quanto possa funzionare.

Alcuni studi che, al contrario, sono stati svolti negli anni hanno evidenziato che hanno i seguenti benefici:

  • Regolano la glicemia
  • Controllano il colesterolo, abbassandolo
  • Azione protettiva del fegato
  • Azione antinfiammatoria
  • Azione antibatterica

Da tenere sempre conto che le indicazioni sono generali, tanto che benefici e/o rischi variano da soggetto a soggetto.

Rischi per la salute

Ma ci sono rischi per la salute se si mangia il tartufo? Non sono state riscontrate allergie nel tempo, ma è sempre bene consumare un prodotto fresco che deriva da una fonte certa e certificata. Ci sono molti funghi velenosi che possono adottare l’aspetto del tartufo: solo gli esperti sono in grado di riconoscerli, evitare il metodo fai da te o acquisti da venditori non conosciuti.

Si possono mangiare i tartufi in gravidanza?

I tartufi in gravidanza si possono mangiare? Questo è un quesito importante e le scuole di pensiero di dividono sempre. Bisogna tenere a mente che il tartufo è una tipologia di fungo che cresce sotto terra, a contatto con agenti patogeni di varia natura.

Una donna in gravidanza non può mangiare un tartufo crudo, soprattutto se non è immune alla Toxoplasmosi che è causata dal parassita Toxoplasma Gondi.

Nella maggior parte dei casi le infezioni da Toxoplasmosi per una donna incinta sono causate da carne infetta o da alimenti che non sono stati cotti tanto da eliminare il parassita.

Non solo, lo stesso parassita può essere presente nella verdura contaminata (feci di gatto, per fare un esempio). Se ne viene a contatto sia mangiando oppure toccando questa verdura senza guanti e senza averla lavata adeguatamente.

Ma allora non si possono mangiare i tartufi in gravidanza? In linea generale sarebbe meglio astenersi per i nove mesi di gestazione. È anche vero che vengono proposti liofilizzati, ma nel dubbio rivolgersi sempre al proprio medico di fiducia così da non incorrere in rischi.

Non si tratta di una rinuncia vitale e ci sono tantissimi alimenti che si possono mangiare in gravidanza!

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo 🙂

Lascia un commento

Leggi anche...